24 febbraio 2013 | Diritti dell'infanzia

Altro post con video



Kinshasa, Repubblica Democratica del Congo - Casa Mulangu, ore 6.00 del mattino. La piccola Benedectine si sveglia, fa colazione insieme ai genitori e si prepara per andare a scuola. Sono i semplici gesti quotidiani di un bambino che costruisce il suo avvenire, sostenuto dalla sua famiglia e accolto dalla sua scuola.

Dal 2007 per Benedectine qualcosa è cambiato. E’ una dei 600 bambini della scuola “Gruppo Scolaire Tshiseleka” del quartiere di Mont Ngafula, presso il quale il programma “Scuole nel Mondo” della Fondazione Paoletti e dell’Associazione Paoletti onlus sta realizzando un progetto di scolarizzazione, assistenza sanitaria e sostegno sociale.

Desideriamo condividere con tutti voi il video-racconto di ciò che il  vostro sostegno ha reso possibile fin ora a Kinshasa.

Guarda il video

In Congo, dove la guerra civile non si è del tutto spenta e 20 milioni di persone vivono sotto la soglia di povertà in pessime condizioni sanitarie, molti bambini vivono in strada, orfani o ex-bambini soldato abbandonati al loro destino.

Oggi la scuola di Mont Ngafula è stata riqualificata ed è dotata di nuove strutture: 11 aule per la scuola materna, elementare e secondaria, 4 servizi igienici, nuovi infissi e porte, un muro di cinta. L’impianto elettrico è a norma e l’acqua è stata resa potabile , la nuova mensa assicura un pasto caldo al giorno ad ogni bambino e l'ambulatorio garantisce loro una costante assistenza sanitaria. In questi anni abbiamo curato 140 casi di malaria, 215 di parassitosi intestinale, 41 di febbre tifoidea, 13 dermatiti e 1 cardiopatia.

“La scuola sembrava una casa, ora è diventata una scuola! Oggi ospita 600 bambini e c’è anche un ambulatorio che garantisce loro assistenza sanitaria, perché spesso i bambini si ammalavano e non venivano più a scuola.” (Aimè Tshiseleka,Coordinatore GST)

Dal 2008, con i pedagogisti della Fondazione Paoletti giunti dall’Italia, sono stati formati 250 educatori e organizzati 6 seminari di aggiornamento pedagogico.

“In questa scuola dal 2007 tutto è cambiato, c’erano pochi allievi. Oggi abbiamo dato un grande impulso all’istituto, così come alle abitudini del quartiere. La scuola per noi è tutto: si occupa della gioventù e forma i dirigenti di domani.” (Vincent Mandà , Direttore GST)

Tutti noi possiamo compiere un piccolo gesto per garantire un'educazione a Benedectine e agli altri bambini di Kinshasa. Sostenere il programma "Scuole nel Mondo" e coltivare il futuro delle sue nuove generazioni significa alimentare una nuova prospettiva di sviluppo e di pace in Congo.